Domenica 28 Novembre 2021
Ti trovi nella Sezione:
NON TUTTI SANNO CHE...

  Accidia
  Accolito
  Agāpe
  Agorā
  Alleanza
  Ambone
  Amen
  Amitto
  Anatema
  Anello Piscatorio o del Pescatore
  Angoscia
  Animetta
  Anna
  Anziani del Popolo
  Apocalisse
  Apocrifo
  Apostasia
  Bestemmia
  Blasfemo
  Breviario
  Caifa
  Camice
  Caritā
  Cero Pasquale
  Cingolo
  Classe Sacerdotale
  Concilio
  Consacrazione
  Corpo Mistico
  Cupidigia
  Diritto Canonico
  Edonismo
  Escatologia
  Farisei
  Fico
  Filocalia
  Forma Ipostatica
Fornicazione
  Gamaliele
  Gentili
  Gerarchia della Santa Chiesa - Cattolica Apostolica Romana
  Giuseppe d'Arimatea
  Immistione
  Implosione
  Inabitazione
  Invidia
  Involuzione
  Issopo
  Lectio Divina
  Liturgia
  Liturgia delle Ore
  Lussuria
  Malco
  Manipolo
  Manna
  Maranā tha
  Martire
  Metropolita
  Mirra
  Mitria
  Moab
  Moab (Valle di)
  Non Serviam
  Offertorio
  Omelia
  Omossessualitā
  Ostia
  Parascčve
  Parusia
  Pisside
  Preghiera
  Quaresima
  Ruah
  Sadducei
  Sala delle riunioni
  Scheol
  Scribi
  Seguenza
  Sgabello
  Shoah
  Sichem
  Sincretismo
  Sinedrio
  Speranza
  Spirito Santo
  Temperanza
  Tradizione
  Transustanziazione
  Ufficio Divino
  Usura
  Vangelo
  Vaso di Pandora
  Velo omerale
  Viatico
Non tutti sanno che Fornicazione

Fornicazione: è una parola, oggi, usata raramente e, in senso generale, vuol significare l’impurità in tutte le sue manifestazioni. Nella Sacra Scrittura, invece, la troviamo spesso ed indica sia l’adulterio che la prostituzione.
Nel Vecchio Testamento… i Profeti usavano questa parola per alludere all'infedeltà del popolo verso Dio.
Nel Nuovo Testamento… la fornicazione la si trova nelle Lettere di San Paolo e nell’Apocalisse.
La fornicazione è un peccato, non direttamente contro Dio, con l’intenzione di offendere Dio, ma è contro Dio come tutti gli altri peccati.
È un peccato contro il prossimo, in quanto e contro il bene della prole (l’insieme dei figli di una famiglia) da generare e da educare.
Quindi, ogni unione sessuale, al di fuori del matrimonio, è per sé disordinata ed è peccato.
La fornicazione è peccato assai grave, perché nuoce, oltre che all’individuo, anche alla specie umana, in quanto può rendere incerta l’origine della prole e la sua educazione.
Infatti, Padre Nazzareno Fabbretti ha espresso un pensiero che è tutto da “sposare”: “Il problema negativo non è quello di un figlio illegittimo, ma quello del genitore illegittimo: cioè, il problema di un uomo e di una donna per i quali la nascita di una creatura è soltanto un incidente”.
Moltissimi casi, nell’arco dei secoli, comprovano questa affermazione: quanti figli di emeriti sconosciuti, quante contese giuridiche e quante analisi del DNA si fanno per risalire alla paternità di figli illegittimi!
La fornicazione ha molto in comune con la lussuria.
Tutto ha un costo: anche il piacere sessuale ha un “menù”, ma ha anche un conto finale, sia giuridico, sia economico-finanziario, sia morale, sia religioso.