Venerdì 5 Marzo 2021
Ti trovi nella Sezione:
NON TUTTI SANNO CHE...

  Accidia
  Accolito
  Agąpe
  Agorą
  Alleanza
  Ambone
  Amen
  Amitto
  Anatema
  Anello Piscatorio o del Pescatore
  Angoscia
  Animetta
  Anna
  Anziani del Popolo
  Apocalisse
  Apocrifo
  Apostasia
  Bestemmia
  Blasfemo
  Breviario
  Caifa
  Camice
  Caritą
  Cero Pasquale
Cingolo
  Classe Sacerdotale
  Concilio
  Consacrazione
  Corpo Mistico
  Cupidigia
  Diritto Canonico
  Edonismo
  Escatologia
  Farisei
  Fico
  Filocalia
  Forma Ipostatica
  Fornicazione
  Gamaliele
  Gentili
  Gerarchia della Santa Chiesa - Cattolica Apostolica Romana
  Giuseppe d'Arimatea
  Immistione
  Implosione
  Inabitazione
  Invidia
  Involuzione
  Issopo
  Lectio Divina
  Liturgia
  Liturgia delle Ore
  Lussuria
  Malco
  Manipolo
  Manna
  Maraną tha
  Martire
  Metropolita
  Mirra
  Mitria
  Moab
  Moab (Valle di)
  Non Serviam
  Offertorio
  Omelia
  Omossessualitą
  Ostia
  Parascčve
  Parusia
  Pisside
  Preghiera
  Quaresima
  Ruah
  Sadducei
  Sala delle riunioni
  Scheol
  Scribi
  Seguenza
  Sgabello
  Shoah
  Sichem
  Sincretismo
  Sinedrio
  Speranza
  Spirito Santo
  Temperanza
  Tradizione
  Transustanziazione
  Ufficio Divino
  Usura
  Vangelo
  Vaso di Pandora
  Velo omerale
  Viatico
Non tutti sanno che Cingolo

Documento senza titolo
Cingolo: Cingolo o cordone sacerdotale, č di diversi colori, fatto con la lana od altri materiali.
Č un cordone che simboleggia la corda con la quale fu legato Gesł Cristo.

Il Sacerdote ne fa uso nelle Funzioni Liturgiche, perņ lo utilizzano anche gli Accoliti e i Lettori, quello di color bianco, ponendolo attorno alla vita e sopra il camice bianco.
Il Sacerdote, nell'indossare il Cingolo prima della Celebrazione della Santa Messa, recita questa preghiera:
“Cingimi, Signore con il Cingolo della Purezza e liberami dalle Passioni della Libidine, affinché rimanga sempre in me la Virtł della Continenza e della Castitą”.

Diaconi, Presbiteri e Vescovi anch'essi lo indossano e combinato con il colore del Tempo Liturgico.
I Frati Francescani lo indossano sul loro saio ed č contraddistinto dalla presenza di tre nodi, che stanno a significare i segni di Povertą – Castitą – Obbedienza.