Mercoledì 19 Dicembre 2018
Ordina risultati
per
Ti trovi nella Sezione:
ARTICOLI

  Politici
Religiosi
  Scientifici
  Società - Morale
  Vari
Articoli Religiosi San Giovanni BOSCO - Maometto - Musulmani

Documento senza titolo
SAN GIOVANNI BOSCO

LA STORIA DEI MUSULMANI


“Troppo lungo il riferirvi tutto quello che le storie raccontano di questo famoso impostore (Maometto).
La Religione di Maometto consiste in un mostruoso mescolamento di Giudaismo, di Paganesimo e di Cristianesimo.

Maometto propagò la sua Religione, non con Miracoli o con la persuasione delle parole, bensì con la forza delle armi.
Religione che, favorendo ogni sorta di libertinaggio, in breve tempo fece diventar Maometto capo di una truppa di briganti.

Insieme con costoro scorreva i Paesi dell’Oriente, guadagnandosi i Popoli, non con l’insinuare la Verità, non con Miracoli o Profezie, ma per unico argomento egli alzava la spada sul capo dei vinti, gridando:
O credere o morire”.

San Giovanni BOSCO


SAN GIOVANNI BOSCO

LA STORIA DI MAOMETTO


Chi era Maometto e quale la sua Religione?

Maometto, il più famoso impostore che fosse mai, nacque nel 554 ... alla Mecca, città dell’Arabia, distante circa venti miglia dal Mar Rosso, da povera famiglia di padre gentile e di madre ebrea.

Maometto, vagando per cercar fortuna, fu fatto agente di una vedova mercantessa di Damasco, che in seguito lo sposò.

Patendo egli di Epilessia, seppe far questa sua medesima infermità base della sua Religione, affermando che, quelle sue frequenti cadute, erano altrettanti rapimenti a tener colloqui con l’Angelo Gabriele,

Siccome si vantava di essere superiore a Gesù Cristo, subito gli si chiese se facesse Miracoli, ed egli rispondeva che i Miracoli erano stati operati da Gesù Cristo, e che egli era suscitato da Dio a ristabilir la Religione con la forza.

Con tutto ciò, l’impostore (Maometto), nel suo “al Corano” vanta di averne operato uno, ma molto ridicolo, dicendo che, essendo caduto un pezzo della luna nella sua manica, egli aveva saputo racconciarlo.
Da questo fatto, i Maomettani hanno preso, per divisa, la mezza luna.

Conosciuto così per uomo scapestrato, e perturbatore della città, i cittadini vollero imprigionarlo e porlo a morte.
Ma l’accorto Maometto si diede alla fuga e ritiratosi in Medina, con certi libertini, che l’aiutarono ad impadronirsi di quella città.

Questa fuga di Maometto è chiamata con il nome di Egira, che vuol dire persecuzione, da cui appunto cominciò l’Era Musulmana, che corrisponde all’Anno di Cristo 622.

La sua Religione è un mostruoso mescolamento di Giudaismo, di Paganesimo, e di Cristianesimo.
Il libro della Legge Maomettana è detto “Al Corano”, ossia “libro per eccellenza” - libro pieno di contraddizione; per comporre il quale, non sapendo Maometto scrivere, si fece aiutar da un Ebreo, e da un Monaco Persiano, Apostata di nome Sergio.

Questa Religione, favorendo ogni sorta di libertinaggio, in breve tempo, il suo Autore divenuto Capo d’una formidabile turba di masnadieri, poté con la persuasione delle parole, con la forza delle armi, divulgarla quasi per tutto l’Oriente.
Di modo che, quella Regione, che fu la culla della Chiesa di Gesù Cristo, secondando lo Spirito di Seisma, che già da alcun tempo andava di giorno in giorno crescendo, cadde miseramente, e si lasciò acciecare da una Religione che ripone ogni felicità nei sensuali piaceri, riducendo così la natura dell’uomo a quella degli animali immondi.

Maometto, dopo nove anni di Regno tirannico, mori nella città di Medina nell’Anno 632.


San Giovanni BOSCO

in “Storia Ecclesiastica” - Torino 1845