Domenica 21 Aprile 2019
Ti trovi nella Sezione:
News

Ultime 30 voci inserite
Data
  Sezione
    Genere
      Titolo

02/03/2017:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Coraggio, figli miei!

09/03/2017:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      La vostra vita in Me

16/02/2017:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Il grido della Giustizia

05/03/1944:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 01
      Volume 01 - Capitolo 017 - Pagine 100 – 109

25/01/2017:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Si celebra il Male

13/01/2017:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      I peccati commessi con viltà

06/09/1944:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 01
      Volume 01 - Capitolo 015 - Pagine 094 – 096 - A conclusione del Prevangelo

29/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 091 - Pagine 083 - 088 - Lezione ai Discepoli nell'uliveto presso Nazareth

28/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 090 - Pagine 078 - 083 - L'arrivo dei Discepoli e Dei Pastori a Nazareth

27/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 089 - Pagine 071 - 078 - Commiato da Giona

26/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 088 - Pagine 066 - 071 - Visita al Pastore Giona

25/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 087 - Pagine 063 - 066

03/12/2016:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Roccia e sabbia

09/11/2016:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Questo è ciò che piace al Signore

01/12/2016:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      I deserti di Gesù

24/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 086 - Pagine 058 - 063 - L’incontro con il milite Alessandro

22/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 085 - Pagine 052 - 058 - Con Simone Zelote al Tempio

21/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 084 - Pagine 046 - 052 - Incontro con Lazzaro a Betania

20/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 083 - Pagine 040 - 046 - Gesù soffre a causa di giuda

19/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 082 - Pagine 034 - 040 - A Gerico - Iscariota gioielli Aglae

18/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 081 - Pagine 028 - 034 - Al guado del Giordano con Simeone - giovanni e Mattia

15/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 079 - Pagine 011 - 017 - Andando dai Pastori

31/10/2016:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Gesù ci consola

14/07/2016:
  Messaggi
    Piccole Luci - Catechesi
      Vangelo Secondo Giovanni - 6,16-21 - Gesù raggiunge i Discepoli, camminando sul mare.

17/01/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 02
      Volume 02 - Capitolo 080 - Pagine 017 - 028 - Con tre Apostoli sul Monte del Digiuno

17/10/2016:
  Messaggi
    Gesù - Adorazione a Gesù Sacramentato
      Grande Avvertimento

24/07/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 04
      Volume 04 - Capitolo 228 - Pagine 014 - 018 - In barca verso Betsaida, dove Marziam viene affidato a Porfirea.

23/07/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 04
      Volume 04 - Capitolo 227 - Pagine 013 - 014 - Un episodio incompiuto

22/07/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 04
       Volume 04 - Capitolo 226 - Pagine 011 - 013 - Un buon segno da Maria di Magdala - Morte del vecchio Ismaele.

07/09/1945:
  Valtorta Maria
    L'Evangelo come mi è stato rivelato - Volume 04
      Indice - Volume 04 - Capitoli Da 160 - A 225

News Volume 04 - Capitolo 226 - Pagine 011 - 013 - Un buon segno da Maria di Magdala - Morte del vecchio Ismaele.

Documento senza titolo

Maria VALTORTA


L’EVANGELO COME MI È STATO RIVELATO

Volume 04 – Capitolo 226 – Pagine 011 - 013


SECONDO ANNO DI VITA PUBBLICA DI GESÙ
(continuazione)

Un buon segno da Maria di Magdala.
Morte del vecchio Ismaele.


22 Luglio 1945


Gesù, con la compagnia dello Zelote, giunge al giardino di Lazzaro, in un mattino bellissimo d'estate.

Ancora non è terminata l'aurora e, perciò, tutto è fresco e ridente.
Il servo-giardiniere, che accorre a ricevere il Maestro, indica allo stesso un lembo di veste bianca che scompare dietro una siepe, dicendo:

“Lazzaro, va alla pergola dei gelsomini con dei rotoli da leggere.
Ora lo chiamo”
.

“No. Vado Io. Da solo”.

E Gesù cammina svelto lungo un sentiero bordato da siepi in fiore.
L'erbetta, che è sul limite della siepe, attutisce il rumore dei passi e Gesù cerca di posare il piede proprio su quella per giungere all'improvviso davanti a Lazzaro.
Lo sorprende, così, che, ritto in piedi, con i rotoli appoggiati ad un tavolo di marmo, prega a voce alta.

“Non mi deludere, Signore!
Questo filo di Speranza, che mi è nato in cuore, fàllo Tu crescere.
Dàmmi ciò che, con lacrime, ti ho chiesto dieci e cento mila volte.
Ciò che ti ho chiesto con le azioni, con il perdono, con tutto me stesso.
Dàmmelo, in cambio della mia vita.
Dàmmelo, in Nome del tuo Gesù, che mi ha promesso questa pace.
Può mai Egli mentire?
Devo pensare che la sua promessa fu solo di parole?
Che il suo Potere è inferiore all'Abisso di Peccato, che è mia sorella?
Dimmelo, Signore, che io mi rassegnerò per tuo Amore ...”.

“Sì, te lo dico!” - dice Gesù.

Lazzaro si volge di scatto e grida:

“Oh! Mio Signore!
Ma quando sei venuto?”
- e si china a baciare la veste di Gesù.

“Da qualche minuto”.

“Solo?”.

“Con Simone Zelote.
Ma qui, dove tu eri, sono venuto solo.
So che mi devi dire una grande cosa.
Dimmela dunque”.

“No!
Prima rispondi alle domande che io faccio a Dio.
A seconda della tua Risposta, te la dirò”.


“Dimmela, dimmela questa tua grande cosa.
La puoi dire ...”
- e Gesù sorride, aprendo le braccia in atto d'invito.

“Dio altissimo!
Ma è vero?
Tu, allora, sai che è vero?”
- e Lazzaro va fra le braccia di Gesù a confidare la sua grande cosa.

“Maria ha chiamato Marta a Magdala.
E Marta è partita in affanno, temendo qualche forte sventura ...
Ed io, qui, con lo stesso timore, solo sono rimasto.
Ma Marta, dal servo che l'ha accompagnata, mi ha mandato una lettera che mi ha empito di speranza.
Guarda, l'ho qui, sul cuore.
La tengo li, perché mi è più preziosa di un tesoro.
Sono poche parole, ma le leggo, ogni poco, per essere certo che sono proprio state scritte. Guarda …”
- e Lazzaro leva dalla veste un piccolo rotolo, legato da un nastrino violetto e lo spiega.

“Vedi?
Leggi, leggi.
A voce alta.
Letta da Te mi parrà più certa la cosa”.

“Lazzaro, fratello mio.
A te pace e benedizione.
Sono giunta presto e bene.
E il mio cuore non ha più palpitato di tema di nuove sciagure, perché ho visto Maria, la nostra Maria sana e ... te lo devo dire?
E meno frenetica, nell'aspetto, di prima.
Mi ha pianto sul cuore.
Un grande pianto ...
E poi, a notte, nella stanza dove mi aveva condotta, mi ha chiesto tante e tante cose sul Maestro.
Non di più che questo, per ora.
Ma io, che vedo il volto di Maria oltre che sentirne le parole, dico che nel mio cuore è nata la Speranza.
Prega, fratello.
Spera.

Oh! Fosse vero!
Io resto ancora, perché sento che ella mi vuole vicina come per essere difesa dalla Tentazione. E per imparare ...
Che?
Ciò che noi già sappiamo.
La Bontà infinita di Gesù.
Le ho detto di quella donna venuta a Betania ...
Vedo che pensa, pensa, pensa ...
Ci vorrebbe Gesù.
Prega. Spera.
Il Signore sia con te”.

Gesù ripiega il rotolo e lo rende.

“Maestro ...”.
“Andrò.
Hai modo di avvisare Marta che mi venga incontro a Cafarnao, fra quindici giorni, al massimo?”.
“Ne ho modo, Signore.
E io?”.

“Tu resti qui.
Anche Marta la rimanderò qui”.
“Perché?”.

“Perché le Redenzioni hanno un pudore profondo.
E nulla fa più vergogna dell'occhio di un genitore o di un fratello.
Io pure ti dico:
“Prega, prega, prega”
.

Lazzaro piange sul petto di Gesù ...
Dopo, quando si è ripreso, racconta ancora del suo orgasmo, dei suoi scoramenti ...
“È quasi un anno che spero ... che dispero ...
Come è lungo il tempo della Risurrezione! …”
- esclama.

Gesù lo lascia parlare, parlare, parlare ... finché Lazzaro si accorge di mancare ai suoi doveri di ospitalità e si alza per condurre Gesù in casa.
Per farlo, passano presso una folta siepe di gelsomini in fiore, sulle cui corolle stellari ronzano api d'oro.

“Ah! Mi dimenticavo di dirTi ...
Il vecchio Patriarca, che Tu mi hai mandato, è tornato in grembo ad Abramo.
Lo trovò Massimino, seduto qui, con la testa appoggiata a questa siepe, come se si fosse addormentato presso gli alveari che egli curava come fossero delle case piene di bambini d'oro.

Egli chiamava le api così.
Pareva le comprendesse e ne fosse compreso.
E sul Patriarca, addormentato nella pace della buona coscienza, quando Massimino lo trovò, era un velo prezioso di piccoli corpi d'oro.

Tutte le api posate sul loro amico.
I servi dovettero lavorare non poco per staccarle da lui.
Era tanto buono che forse sapeva di miele ...
Era tanto onesto che, forse, per le api, era come una corolla non contaminata ...
Ne ho avuto dolore.
Avrei voluto averlo più a lungo nella mia casa.
Era un giusto ...”.

“Non lo rimpiangere.
Egli è in pace, e dalla pace prega per te, che gli hai reso dolci gli ultimi giorni.
Dove è sepolto?”.

“In fondo al verziere.
Ancora vicino ai suoi alveari.
Vieni che Ti ci conduco ...”.

E se ne vanno, per un piccolo bosco di laurocèrasi, verso gli alveari da cui viene un brusio operoso …