Mercoledì 26 Giugno 2019
Ordina risultati
per
Ti trovi nella Sezione:
ARTICOLI

  Religiosi
  Società - Morale
Vari
Articoli Vari Troppi nodi.... e il pettine si spezza! - Piero FIORE

TROPPI NODI… E IL PETTINE SI SPEZZA!


Innanzitutto, bisogna prendere atto che la nostra sempre cara ed amata Patria, in fatto di salute politica, economica, sociale, non ha più bisogno di “medici” che facciano ulteriori “diagnosi” sullo stato in cui si trova attualmente!
Possiamo veramente affermare, invece, che non c’è più tempo per indugiare ancora sul da farsi: qualsiasi terapia “farmacologica” non porterà a nessun risultato ottimale, poiché il “cancro multiforme”, che sta avanzando inesorabilmente, non ha bisogno di palliativi, ma di cure intensive ed incisive.
Necessita, senza ombra di dubbio, di ottimi “chirurghi”, che sappiano “operare ed estirpare” questo “cancro” che affligge, da numerosi decenni di cattiva “alimentazione politica ed industriale”, la nostra integrità, prima che le “metastasi” prendano il sopravvento!

All’Italia occorre, per una questione di immagine, anche di un solido “pettine”: la “chioma” della sua Storia e della sua Realtà attuale ha avuto ed ha bisogno, tuttora, di una bella “ritoccata” per apparire, in modo più decente, al Mondo intero.

Ai tempi, in cui dominava un’alta Congiuntura Economica, cioè una fase favorevole su tutti i fronti, si è giocato a fare “la politica della cicala”, anziché quella della “formica”, ed ora… questo “nodo è venuto al pettine”, con tutte le sue conseguenze peggiori ed inimmaginabili.

Vediamo di analizzarle insieme per rendercene conto ed essere, consapevolmente, coscienti di quello che ci aspetta in un futuro assai prossimo, anzi, alle porte.

1. Come primo fattore importante emerge il “problema energetico”.

Non si è fatto quasi nulla in questo settore.
Dalle fonti di approvvigionamenti energetici dipendevamo e dipendiamo, tuttora, da Nazioni estere, le quali fanno il bello e il cattivo tempo, basti vedere come si comporta l’OPEC, cioè tutti coloro che producono e vendono petrolio, gas...

Il Partito dei Verdi, insieme a quelli del WWF, hanno giocato, più volte, a fare da “pietra d’inciampo”:
     · Il Nucleare? No… perché è pericoloso, è pieno di incognite! 
     · L’Energia eolica? No… perché deturpa l’ambiente!
     · L’Energia proveniente da idrocarburi, carbone...? No… perché inquina!
     · Le dighe o gli sbarramenti ai fiumi e ai laghi di montagna? No… guai a toccarli, perché è un impatto ambientale troppo sfacciato e… via discorrendo!

Intanto, costoro hanno usufruito ed usufruiscono, tuttora, di energia elettrica nelle loro abitazioni, di carburanti per le loro auto, ma non si chiedono da dove provengono.
Sono favorevoli ai pannelli solari e fotovoltaici, però non dicono che hanno ancora costi proibitivi, un impatto ambientale molto discutibile ed una durata limitata!

Se si vuole produrre qualsiasi prodotto… occorre energia, persino coltivando la terra: per seminare, piantare, raccogliere, vendere e stoccare.
Purtroppo, sia il consumo che il costo dell’Energia sono aumentati di pari passo.

Noi siamo una Nazione “povera” di materie prime, però c’è da dire che, dopo averle importate, le lavoriamo, le trasformiamo con tutta la nostra fantasia che sempre ci distingue.
Questo, tutto considerato, non è sufficiente.
Il problema di fondo resta e resterà: siamo carenti della forza energetica necessaria per produrre ciò che ci abbisogna e che ci viene richiesto dall’Estero.
Allora, quando verrà sciolto questo “nodo” e quando si prenderà in considerazione, con serietà ed urgenza, questo impellente problema, miei cari Politicanti?


2. Come secondo fattore, straripano le “problematiche politiche”, che hanno tenuto banco in questi ultimi cinquant’anni.

La Democrazia Cristiana, il Pentapartito, il Compromesso Storico (Democrazia Cristiana in unione con il Partito Comunista), in tempi non tanto lontani, hanno “vendemmiato” e riempito le loro “cantine”; ogni tanto, ci hanno elargito anche qualche “bottiglia di vino”, ma ci siamo accorti, a distanza di anni dal loro super Potere e “Podere politico”, che ce le hanno fatte pagare profumatamente, a seguito dello sconsiderato consenso elettorale di buona parte degli Italiani, in quanto:

     · Hanno dato le Pensioni a chi non spettava di diritto e che non hanno mai lavorato in vita loro.

     · Hanno elargito le famose “Pensioni baby” a persone giovani e nel pieno vigore fisico che, peraltro, poi svolgevano un secondo lavoro, in nero, togliendo il lavoro a giovani disoccupati.

     · Hanno sperperato, in ogni tempo e luogo, il denaro dei Contribuenti.

     · Hanno “creato grandi carrozzoni”, cioè Enti Pubblici inutili, che hanno inghiottito una “marea” di capitali, i quali sarebbero potuti andare in mani più coscienziose, operose ed essere spesi meglio.

     · Hanno instaurato, più di una volta, quella famosa Tassa “una tantum”, per risanare vuoti di “stomaco” causati da Politici famelici e senza coscienza.

     · Hanno chiamato i cittadini alle urne, per consultarli con un “referendum popolare”, se far continuare a dare o no i contributi ai Sindacati.
Pur avendo vinto i “no”, i contributi hanno continuato a rimpinguare le Casse dei Sindacati, sfornando fior di stipendi mensili ai Sindacalisti e compagnia.
Ed oggi, costoro, si permettono di fare anche i moralisti quando fanno le trattative, come quelle dell’Alitalia!
In aggiunta, molti di loro si sono dati persino alla Politica, sotto mentite spoglie o continuando, imperterriti, a fare proclami e ad insegnare agli altri cosa è giusto o si deve fare!

     · Hanno elargito contributi statali a tutti i Partiti.
Perché mai lo Stato deve sovvenzionare i Partiti Politici, con i soldi dei Contribuenti, quindi anche con i miei, a Istituzioni Politiche in cui io ed altri come me non si riconoscono di appartenere?
Questo è un abuso, è una sopraffazione.

     · Hanno inventato “la Cassa del Mezzogiorno”, senza i relativi e dovuti controlli; era diventata una “tenia” (parassita, verme solitario), ed è durata a lungo, sfamando soprattutto chi non aveva fame, ma fama di essere…
Per completare quest’ultima “opera”, si è presa la “palla al balzo” con l’avvento dei terremoti nel Sud dell’Italia, creando fondi che non avevano mai fondo.
Questa infrastruttura studiata “ad hoc” ha sempre avuto una denominazione ben appropriata: “Pozzo di San Patrizio”.

     · Hanno instaurato le ASL (Aziende Sanitarie Locali): Istituzioni mal gestite, paragonabili a “trasfusioni di sangue e di sudore” dei cittadini.
La Sanità era ed è un colabrodo, ma, soprattutto, un’offesa alla dignità del malato, per come era e come è gestita.
Diversi Ospedali sono gestiti malissimo, costruiti con un criterio molto discutibile, altri… costruiti e mai terminati.
Quanti scandali sono avvenuti e quanti Processi Giudiziari si sono celebrati, a tutt’oggi, nel settore della Sanità?
Posti letto carenti, sporcizia in molti Ospedali, Operatori sanitari assenti sul luogo di lavoro, bustarelle e intrallazzi con Fornitori, Onoranze Funebri…
I “malati” da curare non sono più coloro che vengono ricoverati, bensì coloro, in una certa qual misura, che sono preposti a prestare le dovute cure.

     · Hanno istituito “gli appalti pubblici, comunali, provinciali, regionali, nazionali” con criteri dal sapore di “inciuci”.
I processi e la galera, nonostante tutto, non fanno più paura a nessuno, ormai esistono gli arresti domiciliari e il maltolto non viene risarcito a nessuno.

     · Hanno portato avanti il settore della Giustizia con il Consociativismo (modo di gestire il Potere) con appoggi politici e con influenze predominanti di Lobby (Gruppi di Potere, favoriti con pressioni illecite).
Chi mai sta in carcere, oggi?
Possiamo dedurlo comodamente dalle Sentenze emanate da certi Magistrati, Giudici, a scapito di cittadini che hanno subìto ingiustizie e considerevoli danni morali, fisici, economici ed anche politici.
Chi ha mai pagato i danni “Biologici” o “Esistenziali” a questi cittadini, ingiustamente processati?

Come può il CSM - Consiglio Superiore della Magistratura - essere lottizzato dai Partiti Politici, con a Capo un Personaggio, sempre appartenente ad un Partito Politico?
E pensare che il CSM è preposta a sorvegliare sui Giudici e quant’altro!
La maggioranza degli Appartenenti al CSM sono quelli di Magistratura Democratica, di accertata tendenza della Sinistra politica.
Ma come è mai possibile, Italiani?
Ci sembra di essere tornati indietro nel tempo, a quelli di Ponzio Pilato, appartenente al Foro Romano, ai tempi di Gesù Cristo.
Ponzio Pilato… si lavò le mani, oggi… se le sfregano per ovvi motivi!
L’attuale Magistratura vuole dimostrare, con arroganza, di essere infallibile e non di parte.
Ma quando si sveglieranno gli Italiani?
Forse, quando sarà il turno loro di subire qualche ingiustizia e che li toccherà profondamente?

E l’ANM (Associazione Nazionale Magistrati) perché non vuole lo sdoppiamento delle carriere?
Cosa hanno da perdere?
È tanto difficile fare una cosa, professionalmente, immaginiamo farne due, contemporaneamente!
Forse hanno timore di perdere un Potere che vogliono a tutti i costi?
Guardiamo, una volta tanto, come sono organizzate le altre Nazioni a questo riguardo, prima di parlare di scandalo, di incolpare, di accusare l’attuale Governo di voler neutralizzare la Giurisprudenza o la Magistratura Italiana.
Forse i Giudici credono di essere infallibili e perfetti?
Attenzione, Magistratura e Magistrati, sopra di voi tutti c’è la Giustizia di Dio, a cui dovrete, un giorno, rendere conto delle vostre malefatte e delle vostre Lobby di Potere.

     · Hanno votato a favore dell’aborto, del divorzio: tutti fattori distruttivi e deleteri per l’evoluzione corretta e dignitosa di una Società Umana e Civile.
A seguito di ciò, sono stati uccisi, da quando il Parlamento Italiano approvò, nel 1977, la legalizzazione dell’Aborto, milioni (almeno 15) di Creature innocenti e potenziali Esseri Umani; ed oggi ci ritroviamo una Società invecchiata, sconquassata, bisognosa di mano d’opera straniera.
Non resta altro che diano il consenso ufficiale e definitivo anche sull’Eutanasia, sulla Sperimentazione Genetica a vasto raggio… dando così “inizio” alla sfida a Dio Creatore.

     · I Politici di turno hanno incoraggiato ed aiutato, economicamente, molti Industriali a trasferire le loro Aziende all’estero, con il nefasto e miserevole risultato di aver instaurato una certa disoccupazione nel nostro Paese.
Industriali antagonisti di ogni genere, in Italia, si sono ritrovati all’Estero nelle stesse città, nelle stesse vie, a produrre agli stessi costi i medesimi e propri prodotti, per poi introdurli in Italia, dove, nel frattempo, avevano creato disoccupazione e infrastrutture deserte e fatiscenti.
Poveri stolti ed opportunisti!
E questi sarebbero Imprenditori intelligenti?
Nel frattempo, ci hanno pensato i Cinesi o le Aziende Cinesi a fare quello che i Sindacati non sono stati in grado di impedire che accadesse: gli Industriali Italiani sono andati all’Estero, con le loro aziende, per produrre a basso prezzo, e i Cinesi hanno prodotto in Italia, a basso prezzo, senza fare una piega e senza i controlli dovuti.
E i Sindacati… dov’erano, nel frattempo?
Cosa hanno fatto?
Nulla!
Stanno facendo solo un gran baccano con l’Alitalia, per dimostrare che fanno gli interessi dei loro iscritti e di essere sempre presenti.
Pensano e progettano scioperi per salvarsi l’immagine, per dire che hanno fatto la loro parte, ma il loro ostruzionismo, il più delle volte, come sta accadendo proprio con il problema Alitalia, è stato ed è controproducente e deleterio, a scapito sia delle Aziende che degli stessi Lavoratori.
Molte Aziende di altre Nazioni sono fallite o hanno subito problemi economici all’Estero, ma gli operai e gli impiegati delle stesse non si sono comportati come i loro pari in Italia e come quelli di Alitalia.
Se ben ricordo, gli operai della BMW o della VW si decurtarono lo stipendio, di loro iniziativa, per aiutare i loro compagni affinché non venissero licenziati.
Questo è un bel esempio di solidarietà.
Ma cosa si vuole: uovo e gallina allo stesso tempo?
La crisi e la recessione sono ormai a livello mondiale: ogni giorno ci sono Fabbriche, Istituti… che chiudono i battenti.
Cerchiamo di essere realisti e non egoisti ed opportunisti, altrimenti…

Oggi, abbiamo, al Parlamento della Repubblica, un ex Magistrato, l’On. Antonio Di Pietro.
Occupava il ruolo di Pubblico Ministero nella nota vicenda “mani pulite”, il quale continua a sbraitare e fare anche lui il moralista a 360 gradi.
Non pensa mai a quelle persone che si sono suicidate, dopo le sue drastiche misure “draconiane” e prese di posizione da “giustizialista”?
Se voleva continuare a farlo, come mai si è tirato fuori – o l’hanno tirato fuori – dalla Magistratura ed è apProd…ato in Politica, sotto mentite spoglie?
Questo “personaggio” non è solo un “nodo al pettine”, ma anche alla “gola”.
Ha sempre in mente e sulla bocca il nome “Berlusconi”, come se fosse tutto il male dell’Italia.
Ma quelli che lui ha processato sono forse stati più o meno alla pari di Berlusconi?
Se avesse fatto un quinto di quello che ha prodotto Berlusconi od altri… avrebbe il diritto di vantarsi, ma così non è.
Che intenzioni ha e dove vuole arrivare?
Come fanno gli Italiani a dare ancora fiducia ad un “Essere” di questa portata?
Forse, un giorno, se ne renderanno conto, quando si sveglieranno dal loro torpore e capiranno che il “Lupo” non solo ha mangiato la “nonna Italia”, ma anche “Cappuccetto Rosso”!

Anche se la vecchia Democrazia Cristiana non esiste più di nome, ma non di fatto, i suoi ex Componenti si stanno ricompattando come gocce d’olio nell’acqua.
Gli Elettori e gli ex Appartenenti all’UDEUR sono confluiti nell’UDC: questo è un primo motivo per cui hanno ottenuto più voti in tutta Italia, specialmente in Sicilia, dove hanno ingaggiato il tanto discusso uomo politico On. Cuffaro!

Analizzando in profondità e con neutralità il comportamento del cattolico On. PierFerdinando Casini, si è portati a dare un’opinione per nulla edificante.
E quando mai ha lavorato!
Se non lo avesse “sdoganato” Forza Italia… sarebbe stato un “nulla”, se non il “portaborse” dell’On. Forlani, ex Democristiano, caduto in disgrazia a seguito di “mani pulite”.
Ha fatto solo il “politicante”, e se poi vogliamo dare anche uno sguardo a 360 gradi attorno a lui, tutto è patetico e inzuppato di ipocrisia, come l’On. Franceschini, oltre a Rosy Bindi, Castagnetti, l’On. Bottiglione... che ogni tanto lo troviamo sulla “pianta” ed altre volte sotto i rami della stessa… come altrettanti ex Parlamentari Democristiani.
La Politica non si fa con la “filosofia”, ma con concetti concreti e molto più seri!

I Politici, in generale, sono una “casta” tutta fine a sé stessa: prima si “scannano” a vicenda, poi... vanno a cena insieme, come se nulla fosse acaduto e gli Italiani restano sempre quelli che erano e che sono: ingenui, tifosi, masochisti.

Non mi soffermo neppure un attimo ad analizzare il Partito Democratico, questa accozzaglia di Personaggi Politici, che non ha una identità ben precisa e che ha ha ricostituito il “compromesso storico”: Comunisti, ex Comunisti ed ex Democristiani.

Molti Appartenenti alla Classe Politica non sono altro che dei “traditori della vanga”, come ben diceva l’Attore Alberto Sordi, se non sbaglio: che andassero a lavorare la terra, anziché far Politica da strapazzo!

Ascoltate attentamente l’On. Veltroni e chiedetevi con che faccia, con che coraggio, con che prosopopea e serietà intellettuale esterna affermazioni gratuite e farneticanti rivolte ad un Governo che è al Potere solo da pochi mesi.
Forse si è già dimenticato dell’Immondizia di Napoli, o forse pensa di fare la “controfigura” di qualche stimato Statista, avendo studiato Cinema a Cinecittà.
Niente di tutto questo: lui sta facendo, invece, il ruolo della “brutta - figura” di un Politico che non è all’altezza neppure di sedere in Parlamento.
Fa l’uomo di sinistra e poi va a Manhattan, negli Stati Uniti, a comprare, come sta facendo anche l’On. Amato, suo compagno di Partito, un appartamento per sua figlia, che studia Cinema, come ha fatto lui.

Povera Italia, siamo veramente messi male con questa Classe Politica che domina l'andamento della nostra vita!

Cari Lettori e cari Italiani, questa è, purtroppo, la “capigliatura” che ci ritroviamo:
anziché perdere i “capelli” a causa della “vecchiaia politica” che avanza, ci ritroviamo, invece, “capelloni”, con una “chioma sporca, piena di nodi e di forfora…”, e che forse, a pensarci bene, “chioma” non è, bensì “parrucca”.

Se è vostra intenzione che il “pettine” non faccia una brutta fine… adoperatevi per cercarne un altro che possa resistere a tale situazione, sperando, nel contempo, di non trovare ulteriori ospiti non graditi:
“pulci e zecche”
, che sono più pericolosi che mai, a cui il pettine è assolutamente impotente!
Occorrerà, con estremi rimedi e senza altra alternativa, un’accurata “cura di disinfestazione”!

Piero FIORE